W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Domenico non mollare!

Ieri sera prima di andare a dormire accedendo a fb ho notato in evidenza un video di Mario Lamboglia (Eco di Basilicata) e non ho potuto non guardarlo: 10 minuti di sensazioni indescrivibili. Ero già in pigiama, pronto ad andare a dormire, ma tutto è cambiato dopo la visione del video. Ero nervoso e difficilmente mi sarei addormentato, forse un po’ arrabbiato, un po’ per medicina personale mi sono rivestito e sono sceso al Municipio. Durante il tragitto molte le domande che mi son fatto: come si può aiutare un uomo che ha perso il lavoro e padre di famiglia? Se io fossi il sindaco? Se avessi una grande azienda? In qualche modo potrei aiutarlo? E se il sindaco lo aiuta creando il precedente: quanti laurioti senza lavoro avremmo davanti al Municipio? Dove sono le istituzioni? E i servizi sociali? Servirebbe oggi un reddito minimo garantito? C’è bisogno di piano industriale nazionale? Dov’è lo Stato? Tanti interrogativi ai quali una risposta non sarebbe bastata a quest’uomo che da più di 5 anni è senza lavoro e con una famiglia da sostentare. Sono arrivato! Davanti vedo 3 giovani a dar manforte, una seicento bianca, un uomo, una coperta, un cuscino, un cappotto e una voce amichevole. Un uomo che ha lavorato ed ha fatto sacrifici per anni, un uomo perbene, un uomo che lotta per la sua famiglia e che non ha occhi,oggi, per guardare al futuro, un uomo con poca  speranza. Un uomo, però, psicologicamente e fisicamente forte, che ha voglia di lavorare e che vuol riscattarsi perché crede ancora che è il lavoro che nobilita l’uomo. Non era la prima volta che si rivolgeva alle istituzioni, una volta da solo, la seconda con la famiglia intera, ma ora è diverso: non può tornarsene a casa, non ha “pane” per sfamare la famiglia. E allora ecco che: “Domenico non mollare” dev’esser il motto che anche la stessa istituzione cittadina, per quanto forse non ha demeriti in quanto direttamente interessata ha comunque l’obbligo morale di mettersi al suo fianco e risolvere per quel che può questo disagio, perché non è l’unico. Per la metodologia lasciamo campo libero. Io ricordo ancora le elezioni comunali del 2011 quando la lista Mitidieri era stata chiamata “uniti e solidali” e il motto del Sindaco era “prima cittadino e poi primo cittadino” e allora mi appello anche a questo, ripeto: so che il Sindaco non ha la bacchetta magica, ma dev’essere il primo nel recepire i bisogni di questa comunità e intraprendere la via delle soluzioni. A lui e a tutti gli uomini di buona volontà, compresi gli imprenditori locali e non, chiedo di trovare la soluzione al problema.

foto di Gianluca De Rosa

 

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook Email
Mimino Ricciardi

About Mimino Ricciardi

Digital Champion Lauria. Democratico. WebTeam MT2019. Europeo. Lucano. Collaboro con il Quotidiano di Basilicata. Innovatore. Juventino. "il cuore a Lauria e la testa nel Mondo" twitter: @MiminoRICCIARDI

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Switch to our mobile site