W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Uno stadium tutto per Trezegol!

Era il 2 luglio 2000 al 103’ e Trezeguet segna il golden gol per la Francia nella finale degli Europei, così inizia la “storia italiana” di questo bomber. Ma le immagini che mi passano per la mente ogni volta che penso a “tre-ze-guet” sono altre sono quelle del momento in cui Moggi decide di portarlo in bianconero. Questa è la storia che voglio raccontarvi, è un flashback che voglio far rivivere. Un giovane vincente con la Francia pagato 45 miliardi di lire. Il miglior marcatore straniero con 171 centri assoluti della storia bianconera, 10 stagioni con il numero 17 in Italia e dopo aver vinto tanti scudetti scende in serie B per ritornare grandi in A. Il popolo bianconero non dimenticherà mai le bandiere che dal momento in cui iniziò calciopoli e decisero di restare a Torino e di mettersi nuovamente in gioco.

Trezeguet è il prototipo dell’attaccante d’area, del finalizzatore della squadra. Grazie ad un istinto del gol eccellente e a mezzi atletici davvero fuori dal comune, Trezeguet riesce sempre a trovare la giusta coordinazione per battere a rete da qualsiasi posizione e con un’efficacia realizzativa tra le più alte d’Europa. Colpisce di destro, di sinistro e di testa indifferentemente: il suo è un gioco pragmatico, senza fronzoli, che mira al risultato. Uno che per novanta minuti non tocca palla, appare estraneo alla manovra, ma che poi gonfia la rete con un solo gesto tecnico. In fase difensiva si rivela molto utile sui calci da fermo, mentre nelle azioni di contropiede è abilissimo nel gioco di sponda e fornire aperture ai compagni.

L’8 maggio 2005 il gol più bello –secondo lo stesso David- quando segnò di testa su assist in rovesciata di Del Piero contro il Milan la juve si aggiudica lo scudetto. David è anche nella lista dei 100 miglior giocatori della FIFA.Uno dei migliori degli inizi del nuovo millennio, uno che non perdonava.

E oggi? Il gran ritorno, titolato da tutti: “Bernornato David”, tutto pronto al nuovo stadio (lo Stadium), 41 mila seggiolini a osannare il grande bomber. L’appuntamento è per le ore 19:45, un’ora prima riflettori puntati sul campione e sugli schermi dove la Juventus lo tributerà facendo rivedere, rivivere le 171 reti.

Saranno emozioni vere. Striscioni e bandiere solo per lui, ma anche i cori che per un decennio lo hanno accompagnato, molte le magliette con il 17 cucito sulle spalle, e poi Mamma TREZEGUET prima super tifosa del figlio e grande tifosa bianconera, sempre allo stadio ad incoraggiare tutti. Ecco credo che uno spazio i tifosi lo regaleranno anche alla mamma di trezegol. Emozioni che dovranno rimanere indelebili! Momenti che bisognerà riacciuffare, tramandare e perché no raccontarli alle nuove generazioni bianconere perché la storia della Vecchia Signora è la storia di un club che grande è nato e sempre grande sarà. #trezegolfinoallafine

trezeguet

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook Email
Mimino Ricciardi

About Mimino Ricciardi

Digital Champion Lauria. Democratico. WebTeam MT2019. Europeo. Lucano. Collaboro con il Quotidiano di Basilicata. Innovatore. Juventino. "il cuore a Lauria e la testa nel Mondo" twitter: @MiminoRICCIARDI

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Switch to our mobile site